L’Osservatorio Automotive è un progetto
In collaborazione con

Collabora

Il futuro delle auto in Italia: ibride, nuove e tecnologiche

In un panorama in continua evoluzione, l’immaginario degli italiani riguardo la propria prossima automobile si delinea con tre precise caratteristiche: nuova, ibrida e tecnologicamente avanzata.

In un panorama in continua evoluzione, l’immaginario degli italiani riguardo la propria prossima automobile si delinea con tre precise caratteristiche: nuova, ibrida e tecnologicamente avanzata. Questo è quello che emerge in base quanto riportato dall’Osservatorio Compass – Speciale Auto, che all’Automotive Dealer Day di Verona ha presentato un chiaro quadro delle tendenze che stanno trasformando il settore automobilistico in Italia. 

Ciò che è chiaro è che i trend avanzano un futuro in cui innovazione tecnologica e sostenibilità saranno al centro delle decisioni degli italiani. 

Nuovo, usato o noleggio?

Dall’indagine svolta, emerge che il 33% degli intervistati sta pianificando di acquistare un’auto e il 12% è pronto a farlo entro il prossimo anno. Le motivazioni presentate sono molteplici: l’intenzione di ridurre l’impatto ambientale (25%), abbattere costi di consumo e manutenzione  (22%), poter circolare nelle zone delle grandi città a traffico limitato (26%) e il semplice desiderio di avere presto per sé un modello nuovo (29%). 

Da qui, emerge una notevole e alta preferenza per il nuovo (67%). 

Il noleggio a lungo termine e l’usato restano due valide alternative che gli italiani sono pronti a considerare. 

Il 65% ritiene di conoscere bene le opportunità del noleggio a lungo termine e il 20% degli intervistati prenderebbe in considerazione quest’idea. A valutarlo sono in questo caso principalmente Millenials e Gen X,  mentre sono i più giovani a rivolgersi verso la scelta di un’auto usata (26%).  

Tendenze e tecnologie

Per quanto riguarda l’alimentazione preferita dei veicoli, più della metà dei consumatori – un buon 68% – si orienta verso una modalità ibrida. Seguono preferenze verso modalità di alimentazione tradizionale: il 41% preferisce il diesel, mentre 1 su 2 degli intervistati opterebbe per la benzina. 

Ultimo posto per la full electric, che verrebbe presa in considerazione dal 40% degli intervistati. 7 intervistati su 10 hanno però affermato che potrebbe diventare un’ottima scelta, grazie agli incentivi statali. 

A suscitare maggior interesse dal settore tecnologico è l’integrazione dell’intelligenza artificiale nell’esperienza di guida. Il 30% sostiene infatti che porterà presto miglioramenti a livello di sicurezza, personalizzazione delle polizze assicurative e manutenzione. 

Anche diversi dealer sono su questa scia: 

  • il 28% ritiene che sarà utilizzata per segnalare automaticamente i problemi all’interno delle auto ad un concessionario o ad un’officina di riferimento 
  • il 23% ritiene che potrà essere impiegata per realizzare sistemi di guida autonoma
  • il 20% ritiene che potrebbe essere integrata anche nei sistemi di assistenza vocale 

Modalità di pagamento e finanziamento

In questo caso, il mercato si divide in maniera abbastanza equa tra chi preferisce pagare l’intero importo dell’auto al momento dell’acquisto (50%) e chi preferisce optare per il pagamento a rate (46%). 

Il credito al consumo si conferma nuovamente, per il 2023, vitale per l’acquisto delle auto e le erogazioni salgono del 16%+ rispetto al 2022. Aumentano dell’8,4% anche i valori dei finanziamenti per le auto usate e si fa sempre più strada la soluzione del Buy Now Pay Later, ritenuto utile dal 56% degli italiani, per sostenere spese di manutenzione.

Condividi il contenuto
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Print
Ultime Insights